motore di ricerca in inglese sul restauro librario

Loading

Scarica il salvaschermo sulla manipolazione dei materiali librari

Nuovamente funzionante ! è disponibile on line dal sito di patologia il salvaschermo sulla manipolazione dei materiali librari, può essere un sistema economico per l'educazione di personale e utenti, fatene buon uso ! scarica il salvaschermo

mercoledì, agosto 05, 2009

4/08/2009
Gli archivi dopo il terremoto: monumenti salvati e da salvare di Giancarlo Pelagatti

nuovo-archivio-di-statoAccanto al dolore che ha accompagnato il sisma del 6 aprile, esiste la questione legata al recupero delle architetture-simbolo dell’Abruzzo. Il problema non tanto per l’edilizia monumentale e le chiese, già entrati tra “i monumenti da salvare”, quanto per il patrimonio minore, dei tessuti storici dei borghi, non tutelati dalla legislazione vigente e a rischio di cancellazione, se dovesse prevalere lo sconsiderato criterio della demolizione-sostituzione.
Né si possono trascurare quei particolari ‘monumenti’ costituiti dagli archivi storici, insostituibili risorse per la preservazione degli altri beni culturali. La nostra memoria, collettiva e individuale, passa anche attraverso le carte, oltre che per le opere d’arte e i monumenti.
Gravemente distrutto dal sisma è il Palazzo del Governo, in cui aveva sede l’Archivio di Stato. All’interno fondi archivistici di straordinaria importanza, dalle pergamene ai catasti antichi, dall’archivio civico aquilano alle carte del processo del Vajont. Preziosa documentazione, ora in salvo, grazie anche ai volontari di Italia Nostra impegnati nel salvataggio.
Oggi, con l’inaugurazione della nuova sede, un primo segno di rinascita della città.
L’Archivio riapre, all’Aquila, rimettendo a disposizione la memoria storica, compresa quella del terremoto del 1703 e la documentazione urbanistica, che diverranno di grande utilità ai fini della ricostruzione.
Adesso si passa al restauro e a una nuova catalogazione delle fonti, per rendere nuovamente fruibile il prezioso patrimonio: interventi a cui sono destinate le donazioni che Italia Nostra, circa 16000 euro, ha ricevuto e che riceverà.
In arretrato, invece, è il lavoro di rilevazione dei danni agli archivi dei 49 comuni colpiti dal sisma, a cui si ricollega il progetto che vede Italia Nostra come ente proponente, dal titolo “Gli archivi storici d’Abruzzo. Recupero di memorie e identità”, con la collaborazione scientifica dell’Istituto Centrale per il Restauro e la Conservazione del Patrimonio Archivistico e Librario e il patrocinio del MIBAC.

Giancarlo Pelagatti è presidente del Consiglio Regionale Abruzzo di Italia Nostra
Pelagatti Giancarlo
Posta un commento