motore di ricerca in inglese sul restauro librario

Loading

Scarica il salvaschermo sulla manipolazione dei materiali librari

Nuovamente funzionante ! è disponibile on line dal sito di patologia il salvaschermo sulla manipolazione dei materiali librari, può essere un sistema economico per l'educazione di personale e utenti, fatene buon uso ! scarica il salvaschermo

mercoledì, febbraio 15, 2017

ICCD. Corso-laboratorio sul riconoscimento delle tecniche fotografiche storiche


ICCD. Corso-laboratorio sul riconoscimento delle tecniche fotografiche storiche:

25/01/2017

Tornano i corsi-laboratorio di fotografia sul riconoscimento delle tecniche fotografiche. A partire da marzo 2017 tutti i professionisti che svolgono attività di catalogatore, restauratore, conservatore di archivi fotografici, e gli studenti che lavorano con le fotografie o in laboratori fotografici sono chiamati ad iscriversi. Per ogni corso sono riservati due posti per i dipendenti MIBACT che hanno incarichi documentati e attestabili presso archivi fotografici.
I corsi intendono fornire le nozioni necessarie ad acquisire una conoscenza di base sul riconoscimento delle tecniche storiche e l'uso dei principali procedimenti fotografici. L'osservazione diretta dei materiali, conservati presso l'ICCD, permetterà di conseguire un primo livello di apprendimento sul bene fotografico e sulle problematiche legate all'identificazione, alla conservazione e all'archiviazione dell'immagine fotografica.
Ad ogni corso possono iscriversi massimo 12 persone. Per i dipendenti MIBACT con incarichi documentati e attestabili presso gli archivi fotografici sono riservati gratuitamente 2 posti.
Il costo del corso è di 200 euro. Per gli studenti universitari la quota è di 150 euro. Per i residenti nel Lazio ogni corso sarà articolato in sei pomeriggi, per i non residenti in due giornate intere.Alla fine del corso sarà rilasciato un attestato di frequenza a tutti i partecipanti. 
Per informazioni scrivere a:ic-cd.gfnlaboratoriofotografico@beniculturali.it
Date corsi:
1° corso, per i residenti nel Lazio, dal 13 marzo ogni lunedì e mercoledì h.15.30 - 18.15
2° corso, per i residenti fuori del Lazio, 11-12 maggio h. 9.00 - 18.00
3° corso, per i residenti fuori del Lazio, 8-9 giugno h. 9.00 - 18.00
Altri corsi verranno successivamente programmati per l'autunno.
Scopri i temi del corso



'via Blog this'

giovedì, gennaio 19, 2017

From Codex to Code - Ten years of research by graduates of the Ligatus Research Centre | Ligatus

From Codex to Code - Ten years of research by graduates of the Ligatus Research Centre

We invite you to celebrate with us the 10th Anniversary of the Ligatus Research Centre at the CCW Graduate School with a conference at which our first seven PhD and M.Phil graduates will present papers about their current research interests.

The conference will take place on Friday, 24th February, from 10am to 6pm, in Banqueting Hall of the Chelsea College of Arts and Design, University of the Arts London, John Islip Street, SW1P 4JU
and it will be followed by a reception.
SPEAKERS:
Georgios Boudalis
(Museum of Byzantine Culture, Thessaloniki)
The birth of the codex and the crafts of Late Antiquity
Alberto Campagnolo
(Library of Congress, Washington)
The digital representation of books as objects: from cultural objects to digital cultural objects
Anna Gialdini
(University of the Arts London)
Luxury, Hybridism, and the Strange Greekness of Some Florentine Bindings
Theresa Zammit Lupi
(The Notarial Archives, Valletta, Malta)
On the parchment trail: following music manuscripts from Malta
Heather Ravenberg
(Saint Catherine Foundation)
Documentation schemas for recording conservation activity
Martha Romero
(Universidad Nacional Autónoma de México)
From research to practice
Nikolas Sarris
(National Library of Greece, Athens, Thesaurus-Islamicus project, Cairo)
The Ligatus Condition Assessment Form: a tool for training, studio workflows and surveys: Experiences from Iraq, Ethiopia and Egypt
From Codex to Code - 



'via Blog this'

venerdì, novembre 25, 2016

IADA Oslo 2017- REGISTER - Formstack

IADA Oslo 2017- REGISTER - Formstack: ""From Generation to Generation - Sharing Knowledge, Connecting People”

International Symposium
Oslo, Norway
May 3 – 5, 2017


In 2017 it will have been 60 years since the founding of IADA.
It was an initiative of the archives to found an association of paper conservators. On the occasion of the "Archivtechnische Woche in München" (Congress on Techniques for Archives in Munich), on February 28, 1957, conservators working in archives founded the AdA (Arbeitsgemeinschaft der Archivrestauratoren, association of archive conservators). Since 1967 the AdA has been known under the name "Internationale Arbeitsgemeinschaft der Archiv-, Bibliotheks- und Graphikrestauratoren", IADA.

The AdA, initially, focused on the following GOALS: a) Keeping up helpful bonds between conservators and their co-workers; b) promoting the new generation of conservators, guaranteeing continuing education on the conservators' side as well as supporting the exchange of experiences acquired; and c) representing the interests of the Group.
These goals are still valid and relevant 60 years later.
In Oslo, at the symposium "From Generation to Generation - Sharing Knowledge, Connecting People”, we would like to highlight the importance of preserving and publishing knowledge. In 60 years much has changed in the field. New technologies have been established and augmented traditional techniques. Since it is paramount for all to stay up-to-date, we will make sharing and preserving everything from the latest advances to the history of conservation the key topic at this symposium.
We hope you will join us and be part of this dynamic group of professionals.
-The IADA Board

Preliminary Program (PDF)
Registration


Your registration fee includes coffee breaks, one ticket to the evening reception, lectures, Friday activities, name badge, receipt, registration materials, symposium program and preprints. We are still exploring if lunch can be provided at the event site.
Your registration fee does not include hotel accommodations or transportation.

In order to register as a member, your membership must be active and paid. Please have your membership number ready when registering! You have various payment options including PayPal, payment with credit card and bank transfer. You don't need a PayPal account to make a credit card payment!
If you would like to take advantage of the discounted member registration fee and you are not a member yet, please go to www.iada-home.org and become a member. Please send us a note in a separate email to membership@iada-home.org that you applied for a membership in order to receive the discounted registration fee and we will expedite your application.

Membership Fees: Full Member: €100.- Student Member: €88.-"

'via Blog this'

venerdì, novembre 04, 2016

Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze - l'AICRAB presenta attività e prossimi progetti



Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze - l'AICRAB presenta attività e prossimi progetti

Al Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze presso il TALKING CORNER di KERMES. LA RIVISTA DEL RESTAURO venerdì 11 novembre, h 9:30 Alessandro Sidoti, presenta "L’Associazione Italiana dei Conservatori e Restauratori degli Archivi e delle Biblioteche (AICRAB), presentazione delle attività recenti e dei prossimi progetti"
Questo l'abstract dell'incontro
L’Associazione Italiana dei Conservatori e Restauratori degli Archivi e delle Biblioteche si è costituita nel 2013 con lo scopo di incrementare la conoscenza mediante lo sviluppo delle iniziative di formazione, studio, ricerca in tutti i campi connessi alla conservazione del patrimonio archivistico e bibliografico. In questo triennio AICRAB ha avuto l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della conservazione dei libri e dei documenti; ciò le ha consentito di diventare un punto di riferimento nazionale nel settore. Nel prossimo anno si prefigge di portare avanti tali attività organizzando convegni e mostre, allo scopo di favorire, valorizzare e promuovere la
conservazione di libri e documenti.

martedì, ottobre 25, 2016

BNCF - Ciclo di incontri

Il restauro che non c'era

Ciclo di incontri

In occasione del cinquantennale dell'alluvione nella Sala Galileiana della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze si terrà un ciclo di incontri su:

Il restauro che non c'era 
  •  3 novembre 2016. h. 17:00 Carlo Federici, L’alluvione e la polisemia del restauro
  • 10 novembre 2016. h. 17:00 Dai treni ai libri. La Cooperativa LAT e la Biblioteca Nazionale
  • 17 novembre 2016. h. 10:30 La carta e l’acqua: un rapporto contraddittorio. Giornata di studi in collaborazione con AICRAB (Associazione Italiana Conservatori e restauratori Archivi e Biblioteche)
  • 24 novembre 2016. h.17:00 Prevenire l’emergenza è possibile? Tavola rotonda
  •  1 dicembre 2016. h. 17:00 1966: l’alluvione. Presentazione della pagina BNCF dedicata all’alluvione
Invito

martedì, settembre 13, 2016

A MID-16TH-CENTURY TACKETED PARCHMENT BINDING – The First Minute Book of the Commission of Sewers 1557-1606, London Metropolitan Archives, City of London | The Book

A MID-16TH-CENTURY TACKETED PARCHMENT BINDING – The First Minute Book of the Commission of Sewers 1557-1606, London Metropolitan Archives, City of London

by thebookandpapergathering
Introduction
In 2006, the London Metropolitan Archives, City of London (LMA), received a grant from the National Manuscript Conservation Trust for the conservation of the first minute book of the Commission of Sewers from Surrey and Kent, to make it accessible for researchers. The funding allowed for my employment to treat both textblock and binding structure, together with the provision of a bespoke clamshell box. The funding also enabled some research of other 16th- and 17th-century parchment-covered stationery bindings to assist the evaluation of a structure based on historical evidence, yet sympathetic to the requirements of the volume.

martedì, agosto 30, 2016

A Box for Oversize Books | jeff peachey

A Box for Oversize Books

by Jeff Peachey
For large, heavy books there are a couple of ways to beef up a regular drop-spine box. Like most people, I usually make them with double walls. I also make a modified inner tray, so that both hands can lift the book when removing it. The book this is for is around 19 x 15 […]

lunedì, luglio 25, 2016

IADA Conservation - Internationale Arbeitsgemeinschaft der Archiv-, Bibliotheks- und Graphik-Restauratoren: IADA Symposium 2017

In 2017 it will have been 60 years since the founding of IADA.  
It was an initiative of the archives to found an association of paper conservators. On the occasion of the "Archivtechnische Woche in München" (Congress on Techniques for Archives in Munich), on February 28, 1957, conservators working in archives founded the AdA (Arbeitsgemeinschaft der Archivrestauratoren, association of archive conservators). Since 1967 the AdA has been known under the name "Internationale Arbeitsgemeinschaft der Archiv-, Bibliotheks- und Graphikrestauratoren" IADA.
The AdA, initially, focused on the following GOALS: a) Keeping up helpful bonds between conservators and their co-workers; b) promoting the new generation of conservators, guaranteeing continuing education on the conservators' side as well as supporting the exchange of experiences acquired; and c) representing the interests of the group. 
These goals are still valid and relevant 60 years later. 
In Oslo, at the symposium "From Generation to Generation - Sharing Knowledge, Connecting People”, we would like to highlight the importance of preserving and publishing knowledge. In 60 years much has changed in the field. 
New technologies have been established and augmented traditional techniques. Since it is paramount for all to stay up-to-date, we will make sharing and preserving everything from the latest advances to the history of conservation the key topic at this symposium. 
We hope you will join us and invite you to share your knowledge with your colleagues in Oslo next year.
The IADA Board

Call for papers: IADA Symposium - OSLO 2017

The deadline for submission of papers is 15 August 2016
We are delighted to invite you to send paper proposals for the next IADA Symposium "From Generation to Generation - Sharing Knowledge, Connecting People" to be held from May 3rd-5th 2017 in Oslo (Norway) at the Oslo Konserthus. 2017 will be the 60th anniversary of the founding of the German association called ADA, which 10 years later became the international body named IADA. We would like to take this opportunity to show how knowledge and experience are shared and transferred from one generation to another, and highlight the importance of preserving and publishing knowledge. In 60 years much has changed in the field; new technologies have been established and traditional techniques have been augmented. Since it is paramount for all to stay up-to-date, we will make sharing and preserving everything from the latest advances to the history of conservation the key topic at this symposium.
IADA welcomes proposals that cover, but are not confined to, the following topics:
·             Old and new techniques, past and current practices: their use, reinvention or adaptation.

·             Education: how did education change over the years?  What is the importance of an older generation in new programmes and in the function of internships.

·             Publishing: the role of publishing in the book and paper conservation world, how it is perceived/valued (or not) by other actors in the field and how did it evolve over the years?

·             Master-Apprentice: the relationship between master and apprentice now and then, the projects undertaken in collaboration or as teaching experiences.

·             Meeting places for book and paper conservators (conferences, new platforms, forums, Facebook pages, mailing lists…): where generations meet (or don’t meet) and creating new platforms to exchange.

·             Preserving knowledge: conducting interviews with former conservators, sharing their knowledge and experience, identifying the different schools of theory and practice across generations and countries and the milestones of our profession.
We also invite presentations on recent research, on-going projects and ideas for the future.

Submissions 

Authors interested in presenting a paper should submit an abstract in English (250 words maximum) by 15 August 2016. All abstracts will be reviewed by an international Technical Committee. We also invite ideas for workshops, debates or interactive events. Presenters are typically given 20 minutes.
Please submit abstracts to oslo2017abstracts@iada-home.org. Any questions can be sent to this email address:info@iada-home.org
The contributions can be sent using the template
Otherwise, please include:

·             Name, e-mail and/or Postal address of the author(s), with indication of corresponding author

·             Profession and affiliation of the author(s)

·             Title and subtitle of the presentation

·             Max 250 words abstract of the presentation, with references to figures included, ex: (Fig 1). The results and conclusions or recommendations need to be included.

·             2 figures (horizontal orientation, 300 dpi) sent as SEPARATE FILES

·             2 figure captions including the copyrights ©

·             If you want, a portrait photo of main author - sent as a separate file

Please note, that the conference will be held in English only.
Presenters are encouraged to publish their paper in a future issue of the Journal of Paper Conservation (seewww.tandfonline.com/loi/yjpc20.
 IADA Conservation - Internationale Arbeitsgemeinschaft der Archiv-, Bibliotheks- und Graphik-Restauratoren: IADA Symposium 2017:



'via Blog this'

venerdì, luglio 22, 2016

BAV - Vatican Library Preservation and Conservation of Japanese Archival Documents in the Vatican Library

Preservation and Conservation of Japanese Archival Documents in the Vatican Library
The Marega collection as a case study

Vatican Library, October 5th-6th, 2016


The Vatican Library houses the Marega collection, one of the biggest Japanese archive collections outside of Japan. A three-year project has been organized, by part of the Vatican Library in collaboration with a number Japanese cultural institutions (National Institutes for the Humanities of Japan; Ōita Prefectural Board of Education; Historiographical Institute, The University of Tokyo) to survey, conserve and to finally make this collection available to the scholars. An important stage of the project was developed by Japanese and Italian conservators working in a tight cooperation.

The purpose of this course - in collaboration with Toyota Foundation, Italian School of East Asian Studies and with the patronage of Università Pontificia Salesiana, Embassy of Japan to the Holy See and the Istituto Giapponese di Cultura (The Japan Foundation) - is to provide the participants with a general introduction to the Japanese archive materials, and to impart to them some of the theoretical and practical experiences accrued in the course of their conservation throughout the project.

The course is organized over two days: a first day of theory, followed by a second of practical activities, during which the participants will have the opportunity to treat original documents (Agenda). The lectures will be in Italian and Japanese; a written English translation of all lectures will be available. The practical sessions will be presented in Japanese with translation into both Italian and English.

The course is open strictly to paper conservators with working experience. Participation is necessarily limited to forty people for the first day (5th October) and to sixteen people for the second (6th October). Attendance to the first day is mandatory for those interested in attending the second day.

To apply, the candidates should send their applications, along with copy of their CV (in PDF), to workshop.marega@vatlib.it with their surname as subject within the 15th August 2016. The selection process will proceed on a rolling basis through evaluation of the candidate's experience until all available places have been assigned. Successful candidates will be notified from 5th September 2016; a waiting list will be published by the same date.

Attendance to the course is free of charge.
BAV - Vatican Library:



'via Blog this'

BAV - Biblioteca Apostolica Vaticana Corso di introduzione alla conservazione e al restauro di documenti d'archivio giapponesi.

Corso di introduzione alla conservazione e al restauro di documenti d'archivio giapponesi.
Il Progetto Marega della Biblioteca Vaticana

Biblioteca Apostolica Vaticana, 5 e 6 ottobre 2016


La Biblioteca Vaticana custodisce il Fondo Marega, uno dei fondi archivistici giapponesi più grandi al di fuori del Giappone. Per la loro descrizione, conservazione e consultazione finale è in atto da tre anni un progetto che coinvolge la Biblioteca Vaticana e istituti di cultura giapponese (National Institutes for the Humanities of Japan; Ōita Prefectural Board of Education; Historiographical Institute, The University of Tokyo). Una fase importante del progetto ha visto la stretta collaborazione tra restauratori giapponesi e italiani.

Il corso proposto - in collaborazione con Toyota Foundation, Italian School of East Asian Studies e con il patronato dell' Università Pontificia Salesiana, dell'Ambasciata del Giappone presso la Santa Sede e dell'Istituto Giapponese di Cultura - ha come obiettivo quello di fornire una introduzione generale al materiale archivistico giapponese e trasmettere alcune delle esperienze teorico-pratiche acquisite sul loro restauro.

Il corso è articolato in due giornate: una prima teorica e una seconda pratica, dove i partecipanti avranno l'opportunità di intervenire direttamente su documenti originali (Programma). I relatori esporranno in italiano e in giapponese; sarà fornita la traduzione inglese scritta di tutti gli interventi. La pratica si svolgerà in giapponese, con traduzione in italiano e in inglese.

Il corso è aperto esclusivamente a restauratori di carta con esperienza pratica, ma necessariamente limitato a quaranta partecipanti nel primo giorno (5 ottobre) e sedici nel secondo (6 ottobre). La partecipazione alla seconda sessione pratica implica la partecipazione obbligatoria alla prima giornata teorica.

Le domande di iscrizione, con allegato curriculum vitae in PDF, devono essere spedite all'indirizzo email workshop.marega@vatlib.it inserendo il cognome del candidato nell'oggetto del messaggio, entro e non oltre il 15 agosto 2016. La selezione dei candidati avverrà in base al curriculum vitae e a seguire in base all'ordine di ricezione delle domande. L'ammissione o meno al corso, così come l'eventuale inclusione in una lista di attesa, sarà comunicata non prima del 5 settembre 2016.

La partecipazione al corso è gratuita.
BAV - Biblioteca Apostolica Vaticana:



'via Blog this'

martedì, luglio 12, 2016

Avviso per conferimento d'incarico: il CCR cerca il coordinatore per il nuovo Laboratorio Carta e Fotografia

Avviso per conferimento d'incarico: il CCR cerca il coordinatore per il nuovo Laboratorio Carta e Fotografia: "
Avviso per conferimento d'incarico: il CCR cerca il coordinatore per il nuovo Laboratorio Carta e Fotografia
Ultima modifica il 11 Luglio 2016
In autunno il CCR si doterà di un nuovo Laboratorio di Restauro della Carta e della Fotografia, propedeutico all’eventuale futura attivazione del percorso formativo professionalizzante PFP5 (restauro del materiale librario e archivistico, manufatti cartacei e pergamenacei, materiale fotografico, cinematografico e digitale) del Corso di Laurea in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali dell’Università degli Studi di Torino in convenzione con la Fondazione.
Per l'avvio del Laboratorio e il coordinamento delle sue attività il CCR cerca una figura di restauratore: titoli e requisiti richiesti sono stati pubblicati nell'avviso per il conferimento dell'incarico.
Il termine per la presentazione delle candidature è stato fissato al 29 luglio 2016."



'via Blog this'

venerdì, luglio 08, 2016

Lineamenti di storia del libro asiatico

U.O. 1 - AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE, BIBLIOTECA, ... - Produzioni Editoriali: "
Carlo Pastena
CRICD
Palermo, 2016



Il vocabolario italiano della Treccani, definisce il libro «complesso di fogli della stessa misura, stampati o manoscritti, e cuciti insieme così da formare un volume, fornito di copertina o rilegato». All’interno di questa definizione generica, bisogna però distinguere tra il libro occidentale e del Vicino Oriente araboislamico, cioè il libro composto da fascicoli, ovvero da due o più fogli di carta o pergamena, o più raramente di papiro, piegati un certo numero di volte e inseriti uno dentro l’altro in modo da consentire il loro fissaggio attraverso la cucitura sul dorso, e il libro asiatico, che generalmente non è costituito da fascicoli. Appare quindi di tutta evidenza come la definizione di libro, seppure generica, si riferisca a un manufatto con precise caratteristiche fisiche, escludendo il rotolo, di papiro, pergamena o carta che non non abbia certe caratteristiche. Un’interessante definizione di libro ci viene fornita da J.P. Losty (1982,5):
«Cos’è un libro? Fisicamente, si potrebbe dire, essere una collezione di pezzi di carta delle stesse dimensioni tra due copertine tenute insieme da colla e spago. In un altro senso, esso è il contenuto intellettuale trasportato dalle parole che sono scritte o stampate sulle pagine. Tutte le culture sono d’accordo con quest’ultima definizione; relativamente pochi sarebbero d’accordo con la prima definizione. Duemila anni fa nel mondo Mediterraneo un libro era fisicamente un lungo rotolo di papiro o pergamena. Nello stesso tempo in Cina vi era una collezione di sottili strisce di bambù o di pezzi di seta».
Avviene così che scienze come la codicologia e la bibliologia studino il libro nel tradizionale formato Occidentale costituito da fascicoli, non trattando quello che non ha la forma del libro costituito da fascicoli, come quello asiatico.

Pubblicazione in formato PDF "



'via Blog this'

martedì, aprile 12, 2016

Waters Rising | jeff peachey

Waters Rising | jeff peachey: "Waters Rising  Shelia Water’s Waters Rising, an epistolary record of the 1966 Florence flood, has just been published. I ordered a copy through The Legacy Press, and I am eagerly looking forward to reading it. What better way to commemorate the 50th anniversary of, arguably, the defining event in 20th century book conservation?"



'via Blog this'

martedì, marzo 29, 2016

UNA INTRODUZIONE ALLA LEGATURA ORIENTALE IN SCRITTURA ARABA Associazione Bastioni

UNA INTRODUZIONE ALLA LEGATURA ORIENTALE IN SCRITTURA ARABA

http://www.associazionebastioni.com/IT/news_det.php?ID=94foto

Esempi di decorazione della carta nelle legature appartenenti a collezioni del Sultanato dell’Oman
Ente per la formazione Associazione Porta Coeli, Venosa, Potenza
05-09 Settembre 2016
Docenti: Gaia Petrella e Gianlorenzo Pignatti M.


Il corso (40 ore) fornirà una introduzione generale alla struttura del libro orientale in scrittura araba. L’obiettivo è quello di osservare differenti strutture di legature storiche che nel tempo si sono sviluppate in Medio Oriente e nelle aree soggette ad influenza islamica e discuterne le peculiarità. Dopo aver studiato le componenti del libro orientale sarà allestito un modello di legatura che ripropone alcune delle caratteristiche decorative identificate in manoscritti conservati nelle collezioni omanite.



Il corso, di carattere prevalentemente pratico, è rivolto a restauratori e studenti italiani e stranieri con esperienza nel campo della legatoria. Durante il corso saranno allestiti uno o più modelli di legatura che ripropone alcune delle caratteristiche decorative identificate in manoscritti conservati nelle collezioni omanite. • Il corso si svolgerà in lingua italiana ed inglese ed è aperto a massimo 12 partecipanti. • Il costo del corso è di 550,00 euro e copre le spese di tutti i materiali di consumo. I partecipanti sono invitati a portare il proprio kit di strumenti. La quota comprende inoltre la copertura assicurativa obbligatoria. I soci dell’Associazione Bastioni o di Porta Coeli avranno diritto ad uno sconto del 10%. • Contattare gli organizzatori per informazioni riguardo gli alloggi a Venosa (b&b, alberghi, affittacamere). • Agli studenti si ricorda che Porta Coeli è ente di formazione accreditato dalla Regione Basilicata. Si consiglia pertanto di informarsi per ottenere il riconoscimento di eventuali crediti formativi. • Il termine ultimo per le iscrizioni è il 15 Agosto 2016. • Per l’iscrizione, per conoscere le modalità di pagamento e richiedere ogni informazione contattare gli organizzatori all’indirizzo mail cpdbastioni@gmail.com