motore di ricerca in inglese sul restauro librario

Loading

Scarica il salvaschermo sulla manipolazione dei materiali librari

Nuovamente funzionante ! è disponibile on line dal sito di patologia il salvaschermo sulla manipolazione dei materiali librari, può essere un sistema economico per l'educazione di personale e utenti, fatene buon uso ! scarica il salvaschermo

domenica, maggio 16, 2010

ICPAL - Istituto centrale per il restauro e la conservazione del patrimonio archivistico e librario

ICPAL - Istituto centrale per il restauro e la conservazione del patrimonio archivistico e librario

La formazione del restauratore: da Spoleto uno sguardo al futuro
Spoleto, 27.05.2010 - 28.05.2010
L’Istituto, in collaborazione con la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Umbria, la Regione Umbria, il Comune di Spoleto, la Fondazione per la conservazione e il restauro del libro e il CISAM, organizza - nei giorni 27 e 28 maggio 2010 - un convegno a Spoleto dal titolo “La formazione del restauratore: da Spoleto uno sguardo al futuro”.
Il tema del convegno, l’iter formativo del restauratore di beni librari e documentari, verrà affrontato ripercorrendo esperienze passate e correnti, attraverso le problematiche legate alla figura professionale così come è stata delineata dalle recenti novità normative. Si partirà dai principi e dalle strategie operative messe a punto nell’ambito della Scuola Europea di Conservazione e Restauro del Libro di Spoleto (attiva dal 1992) quale progetto pilota e soprattutto attraverso il contributo di coloro che vi si sono dedicati con passione perseguendo l’obiettivo di dare concretezza ad una figura professionale innovativa, dotata di competenze scientifiche e tecniche di alto livello.
I risultati di questo impegno verranno ‘letti’ attraverso le esperienze lavorative degli ex-allievi, ai quali è riservato uno specifico spazio all’interno del programma.
Verranno inoltre messe a confronto altre realtà formative in Italia e all’estero, in vista dell’avvio delle Scuole di Alta Formazione.
Tra gli obiettivi della manifestazione vi è anche quello di stimolare una riflessione sul futuro della Scuola ospitata nella magnifica Rocca Albornoziana della cittadina a cui viene unanimemente riconosciuta una vocazione per il restauro.
L’iniziativa verrà dedicata alla memoria di Maria Clara Di Franco, primo Direttore scientifico della Scuola spoletina nonché autorevole promotore del successo del progetto, testimoniato dai riconoscimenti ottenuti in Italia e all’estero.
Posta un commento